Nascondi slide

Mostra slide

Dove siamo

La storia della MTS di Pontenure racconta di un successo imprenditoriale costruito su una delle specializzazioni produttive del distretto, la coltivazione del pomodoro, e sulla sagacia dei fondatori della ditta, che hanno avuto non solo l'abilità di sfruttare le eccellenze del territorio, ma la determinazione di compiere il “grande salto” passando dalla commercializzazione alla produzione di macchine agricole. Il nucleo originario della MTS, infatti, iniziò a muovere i primi passi alla fine degli anni '90 con la ditta artigiana Saba specializzata nell'assistenza e nella manutenzione dei mezzi per la raccolta del pomodoro, diventando poi concessionario unico della Fmc Food Tech nel Nord Italia.

Nel 2008 ai soci fondatori, si affiancarono Francesco, Paolo, Ettore e Roberto Casella rilevando dalla stessa Fmc le raccoglitrici di pomodoro a marchio Sandei per dedicarsi in prima persona alla progettazione ed alla fabbricazione dei semoventi.

Attualmente lo stabilimento di Pontenure, nel quale si progettano e costruiscono i semoventi è sito su un’area di 10.000 mq di cui 4.000 mq coperti.

L'attività della Mts è strettamente legata ai progressi nelle tecniche colturali del pomodoro e non solo, di cui ne ha sempre seguito l'evoluzione progettando i semoventi con l'obiettivo di offrire strumenti di lavoro affidabili, in grado di soddisfare le esigenze tanto di coltivatori e contoterzisti, attenti alle rese, quanto dell’industria agroalimentare, interessata soprattutto alla qualità della materia prima.

Nel prossimo futuro la MTS ha in cantiere il lancio di motorizzazioni e macchine ancora più “eco-compatibili”, studiate per ridurre al minimo sia i consumi sia l’impatto sull’ambiente; mezzi che promettono di rispettare la tradizione della ditta piacentina, da sempre impegnata nello sviluppo di macchine maneggevoli, user friendly, e ad elevata produttività.